#TeenWolf

Ok, non riesco a decidermi sulla mia OTP. L’unico punto fisso è Stiles, mon amur♥  Adesso passiamo ad analizzare gli altri soggetti.

Malia: no, non esiste,  non la reggo proprio.

Lydia: sì, decisamente si. Spero tanto che capiti qualcosa ♥.♥ (si certo, basta esserne convinta. Ma quando mai …)

Derek: ok, non è canon…ma cavolo, dai, *sbava* :Q____

Quindi facciamo che ne tengo due, una Het e l’altra Slash…e siamo contenti tutti ;)

cestatounperiodoincuieroamore:

Sai ognuno di noi si sceglie una melodia, una voce, una canzone che in un certo senso sia sua, solo e soltanto sua.
A prescindere da quante persone ci si sentano dentro, a prescindere dal genere, a prescindere da chi quelle emozioni te le manda dritte in fondo all’anima, ognuno si sceglie la sua musica che poi non è altro che la sua casa, quella da cui non traslocherà mai, che sarà sempre il posto in cui arrivare e tornare quando le cose andranno male e quando andranno bene.
Io ho scelto la mia da molto tempo e mi ci trovo bene dentro, so che quello sarà sempre il mio posto e che ogni emozione sarà sempre la stessa che a chilometri di distanza da me stessa potrò ascoltarla e sapere che anche se mi sono persa c’è una parte di me che esiste sempre, che non muore mai, che punta dritto al cuore.
Io ho scelto Ligabue, una voce dura e dolce di parole vere e forti che ti si costruiscono dentro, ho scelto di ascoltare ogni canzone e di farne il mio rifugio, ho scelto di trovare un posto in cui saprò sempre di potermi ritrovare e di non potermi mai distruggere. E sceglierei mille volte la musica piuttosto che le canne perché la musica ti porta dove dovresti arrivare e ti aiuta a costruirti più di quanto una canna possa aiutarti a distruggerti.

cestatounperiodoincuieroamore:

Sai ognuno di noi si sceglie una melodia, una voce, una canzone che in un certo senso sia sua, solo e soltanto sua.

A prescindere da quante persone ci si sentano dentro, a prescindere dal genere, a prescindere da chi quelle emozioni te le manda dritte in fondo all’anima, ognuno si sceglie la sua musica che poi non è altro che la sua casa, quella da cui non traslocherà mai, che sarà sempre il posto in cui arrivare e tornare quando le cose andranno male e quando andranno bene.

Io ho scelto la mia da molto tempo e mi ci trovo bene dentro, so che quello sarà sempre il mio posto e che ogni emozione sarà sempre la stessa che a chilometri di distanza da me stessa potrò ascoltarla e sapere che anche se mi sono persa c’è una parte di me che esiste sempre, che non muore mai, che punta dritto al cuore.

Io ho scelto Ligabue, una voce dura e dolce di parole vere e forti che ti si costruiscono dentro, ho scelto di ascoltare ogni canzone e di farne il mio rifugio, ho scelto di trovare un posto in cui saprò sempre di potermi ritrovare e di non potermi mai distruggere. E sceglierei mille volte la musica piuttosto che le canne perché la musica ti porta dove dovresti arrivare e ti aiuta a costruirti più di quanto una canna possa aiutarti a distruggerti.